Fiaba Introduzione (post fb)

“La situazione è plastica, quindi riciclabile al novanta per cento, e se la conoscenza conta siamo scarsi a dieci, … temperatura numerica standard, … Da un urlo primigenio scaturirono tutte le cose, ma allora abbiamo un Universo cresciuto ma sordo, vista la superflua sofferenza. … Bene, consapevole e felicemente confuso, allegramente sottotono, melodiosamente in ritardo, … qualche alieno sonnacchioso dovrà pur passare a questo livello di consapevolezza. … Breve e autoreferenziale introduzione per presentare i prossimi appuntamenti, dove innanzitutto geniali gatti sottostanno a terribili prove (Schrodinger), anche se poi siamo noi alla fine a sciogliere il “Fado”, e successivamente nuziali eventi racchiuderanno in sé dispendiose ricadute. Orietta Berti ci aveva avvertito della linea da tenere, ma governanti “umanisti” sembrano marcare la lezione! Morandi era stato eccessivamente negativo, non uno su mille, (forse non solo Fossati ci girava intorno), ma qualcosa che tenesse Banco, per curare le apparenze, “quando la buona gente dice” … … Ecco, questo è più o meno lo stato d’animo che raccoglie la singolarità, in attesa di chiedere una dilazione a qualsiasi organismo debba accedere alle mie referenze. Buona vida!”

Contributo 1 (Arianna Mariani)

Il gatto di Schrodinger : la mia bimba di 10 anni mi ha chiesto qualche mese fa di spiegarle chiaramente come funzionasse l’esperimento paradossale, ebbene concluse dicendo:”mamma,quante storie! o è vivo o è morto!” Probabilmente non sono riuscita ad essere molto chiara con la mia spiegazione…o semplicemente a lei con la sua semplicità è tutto più chiaro..è crescendo che cominciano a complicarsi le cose. Un caro saluto, perdonandomi, se puoi,la confidenza.

Contributo 2 (Giuseppe Ferricelli)

Cara Arianna Mariani,  Probabilmente siamo noi che ci siamo arresi ad una fantomatica evidenza e chiamiamo complicazione quello che ci sposta dal tangibile, anche se questo ci fa male, non ci perdona niente ed è paradossalmente molto più lontano dai sentimenti, dall’affetto, dall’amore, dalla comprensione, dall’empatia, dal trascendente, cioè da tutte quelle cose che non misuriamo, che facciamo sempre più fatica a scambiarci, ipotetico Parnaso senza cima, estroverso buco nero di consuetudini a cui i bambini sanno rispondere meglio di noi: qualcosa è e basta. Oppure non è. Semplice, dovremmo imparare dal loro tempo, quello del magico disincanto, ma è il loro. Schrodinger voleva confutare, attraverso un paradosso, qualcosa che non voleva accettare, come tanti scienziati abituati all’evidenza dell’ineluttabile: non possiamo concepire due facce della stessa medaglia, per semplificare, che ci appaiono insieme, o che non ci appaiono per niente, ma esistono. Ma ne siamo così sicuri? Per una bimba la madre è madre, ma la madre cos’è? Ed è qui che entra in gioco la quarta dimensione, il tempo. Tua madre è tua, ma può essere anche la madre di un’altra persona che non è nella tua famiglia (il tempo della separazione), o essere amante felice in un tempo contemporaneo all’essere madre, o è figlia, o, spostata un po’ più in la può essere malata, ma madre, sempre madre … o anche padre! … quindi è qui che noi interveniamo, scegliendo il tempo e lo spazio da condividere con la persona vicino, quindi, come nella meccanica quantistica, non possiamo conoscere, in base all’indeterminazione, che la probabilità,ossia la nostra evidenza più vicina, ma a noi, … non al fato. … E dovremmo cercare i mille chiaroscuri. … … Con affetto, ….

Annunci

Informazioni su quantico63

In attesa di qualcosa di sicuramente migliore, rendiamo migliore questi momenti, ... serenamente, ...
Questa voce è stata pubblicata in Link utili. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...